logo-mini

Il Costa Rica, da oltre 75 giorni, sta utilizzando solo energia proveniente da risorse rinnovabili.
Questo paradiso del Centro America, conosciuto per essere stato nominato il Paese più felice ed avere la maggior biodiversità al mondo, ha dunque superato una nuova frontiera.

L’energia “pulita” proviene principalmente dagli impianti idroelettrici, che grazie alle piogge consistenti hanno aumentato notevolmente la produzione energetica.

Il governo ha approvato un progetto per la produzione di energia geotermica, a metà del 2014. Questo per ovviare ai problemi che possono nascere dall’energia idroelettrica, che è soggetta alle variazioni stagionali dei corsi d’acqua e le cui centrali possono avere un impatto negativo sulla fauna acquatica.
Il Costa Rica è un ottimo esempio di ecosostenibilità: non sfruttare i giacimenti petroliferi recentemente scoperti lungo la costa caraibica è una scelta consapevole.

E il prossimo obiettivo è diventare “carbon neutral” entro il 2021